Scegliere il servizio di web hosting

Scegliere un servizio Hosting – Guida dedicata ai passi fondamentali per scegliere quale servizio è per noi migliore.

Questo articolo cerca di chiarire quali siano gli aspetti fondamentali per arrivare alla scelta di un servizio di webhosting: penso che questa domanda sia stata posta davvero diverse volte, questo articolo vuole essere una guida per chi affronta tale problematica.

Un articolo che parlerà solamente di quelli che sono i fattori nella scelta di un servizio webhosting, per cui tratteremo esplicitamente solo l’aspetto legato all’hosting di pagine web e di servizi dedicati al web. Tendo a chiarire subito questo aspetto in quanto penso che allargare il discorso alle altre applicazione dell’hosting porterebbe ad ampliare troppo il nostro discorso, includendo parametri che non ci servono. Iniziamo a parlare di webhosting, anticipo subito che lo faremo per punti in modo da strutturare un vero e proprio percorso, in ogni articolo affronteremo un singolo punto.

Prima di pensare a quale sarà il nostro servizio di hosting, è fondamentale capire quali sono i motivi per cui stiamo scegliendo un servizio di webhosting, ovvero capire cosa andremo a porre sul nostro spazio, e quali caratteristiche dovrà avere. Non è una fase banale del nostro percorso, potremmo anzi dire che è una delle più importanti, dato che, una volta definite quelle che in gergo potremmo chiamare le specifiche del nostro progetto, avremo più chiare le nostre reali necessità.

Esistono servizi di hosting praticamente per qualsiasi tipologia di sito web o di applicazione, si va dalle più standard alle più personalizzate, con costi e metodi di gestione ovviamente differenti. Chiediamoci quindi che tipo di sito web andremo ad ospitare, cercando di capire innanzitutto se si tratta di un sito statico(formato quindi da pagine web statiche e immagini) o dinamico(formato quindi da pagine che scambiano dati con un database o che utilizzano un linguaggio di programmazione lato server, come ad esempio php e mysql). Capire questo aspetto è importante, un sito statico infatti, anche con migliaia e migliaia di visite, difficilmente richiederà risorse pari a quelle di uno stesso sito che utilizzi un database e sia costruito con un linguaggio di scripting.

Nel primo caso, nel caso quindi di un sito statico, saranno poche le altre variabili in gioco, ma anche in questo caso tra queste troveremo lo spazio web e il traffico necessario, sarà infatti necessario capire quanti megabyte di spazio andremo ad occupare e quanti megabyte o gigabyte di traffico produrrà il nostro sito mensilmente.

Nel secondo caso, qualora si trattasse di un sito dinamico, non ci basta sapere quanto spazio web e quanto traffico consumeremo, è essenziale sapere anche quanti utenti visiteranno il nostro sito giornalmente e ancora più fondamentale, quanti saranno quello che lo visiteranno contemporaneamente. Una community, ad esempio, deve privilegiare questi dati in modo da capire quante risorse ha realmente bisogno. Se il nostro sito è un blog, diversamente da una community, pur essendo costruito in modo dinamico, richiederà meno risorse, ma anche in questo caso un’analisi corretta è possibile solo a fronte della visione delle statistiche delle visite e della presenza online degli utenti.

Come “dimensionare” in numeri il proprio progetto? Prima di tutto, se abbiamo già il nostro sito ospitato su un servizio hosting, privilegiamo le statistiche e le voci che riguardano le visite giornaliere e il traffico (espresso in gigabyte o megabyte) consumato ogni mese. Avere delle statistiche iniziali da cui partire è sempre il caso più fortunato, nel caso invece sia la nostra prima esperienza o si tratti di un nuovo progetto, meglio riferirsi a parametri come la pubblicità, considerare cioè se verrà pubblicizzato nella rete, e cercare di stimare quanto pubblico attirerà basandosi anche su siti o progetti simili al nostro.

In ultimo teniamo conto anche di due altri aspetti che incideranno molto sulla nostra scelta finale: il nostro sito produrrà un guadagno per noi o è solo un hobby? Deve garantire un servizio importante ed è destinato ad un nostro cliente? Due domande che spesso vengono sottovalutate, se il nostro sito/progetto è solamente un hobby possiamo permetterci di “provare” qualche servizio, consapevoli che per noi rimarrà comunque una cosa secondaria, se invece il nostro sito rappresenta per noi un’attività, e quindi ha dei guadagni, è fondamentale valutare attentamente l’hosting che andiamo a scegliere. Questo avviene ad esempio nel caso di un portale e-commerce, dove l’affidabilità del nostro spazio web, i downtime ridotti al minimo, e l’assistenza del provider sono essenziali, dato che da quell’attività abbiamo dei ricavi.

Molto spesso si notano in rete siti anche di una certa importanza che affidano i propri dati a soluzioni entry-level o amatoriali, con evidenti rischi nel caso succeda qualcosa di grave. Speedweb offre servizi di hosting di fascia alta ed assistenza celere ed efficiente. Scopri i nostri servizi!

Add a Comment